Telethon: Festa in acqua




Giornata meravigliosa quella di ieri, domenica 16 dicembre. Una giornata per Telethon con tante attività organizzate per sostenere la missione Telethon. Ancora una volta la Libertas Nuoto Chivasso mette in luce il suo DNA di Associazione Sportiva senza scopo di lucro, dove il nostro miglior modo di dire è fare! Con 40 anni di attività e di passione, la Libertas Nuoto Chivasso continua a diffondere la vera cultura associativa per promuovere attività: sportive, dilettantistiche, culturali e ricreative. Questo lungo cappello introduttivo per ringraziare i numerosi partecipanti-attori che si sono alternati durante la giornata e per ringraziare tutto lo staff, dirigenti e presidente che si sono impegnati per rendere memorabile la giornata trascorsa insieme.
Telethon ha scelto quindi anche quest´anno la piscina di Chivasso come punto di raccolta delle offerte questo grazie alla generosità mostrata negli anni dalla Libertas Chivasso e dai suoi tesserati. Un´organizzazione impeccabile ha permesso lo svolgimento alla mattina dell´attività di acquafitness, la festa per i piccoli dell´acquaticità e l´attività di libera balneazione. 
La festa dell´acquaticità ha coinvolto, suddivisi su più turni, circa 80 nuotatori in erba. Tra musiche, giochi, percorsi acquatici e tuffi, i bimbi si sono divertiti sotto gli occhi attenti degli istruttori, maestri d´orchestra di una mattinata di festa. Grande successo anche la parte dedicata ai genitori che, con la loro presenza in acqua accanto ai propri figli, sono stati coinvolti nel percorso di esplorazione acquatica e di crescita dei loro pargoli. Babbo Natale non poteva di certo mancare, un´altra sorpresa per i piccoli nuotatori!




Al pomeriggio a partire dalle 14 è iniziata poi "Lo Sprint di Natale" gara non competitiva per i più grandi. Grandi per modo di dire, considerato che hanno gareggiato su 25 metri anche dei piccoli del 2013! La manifestazione dedicata agli iscritti della Scuola Nuoto Federale, nati tra il 2005 e 2013, prevedeva appunto una o più prove nei 4 stili sulla distanza di 25 metri. Circa 140 atleti-gara hanno riempito la comunale di Chivasso: dopo la sfilata, la gara è iniziata tra applausi, incoraggiamenti, quindi a metà pomeriggio la manifestazione è giunta al termine tra sorrisi di gioia felicità. Dopo un cambio negli spogliatoi degno del box Ferrari, i nuotatori con la loro medaglia al collo, si sono presentati affamati ai tavoli per il consueto scambio di auguri, la fetta di pandoro, il panettone, le bibite... una tradizione che si tramanda di generazione in generazione, da 40 anni!